Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

La Riviera dei Cedri in Calabria è un’oasi tutta da visitare

La Riviera dei Cedri in Calabria è un’oasi tutta da visitare

Teatro Antico di Taormina

Scritto da: Redazione

o

Annunci Ads

Custodia-Mare
Alpitour
Turisanda
Eden

Cerca l’hotel, residence o appartamento per le tue vacanze.

Perché visitare la Riviera dei Cedri in Calabria? I motivi sono molteplici, sebbene possano essere riassunti dalla meraviglia a colpo d’occhio rappresentata proprio dalla zona costiera che si estende da Scalea a Tortora. Tra panorami eccezionali, spiagge caraibiche con mare cristallino e una ricca storia culturale, una vacanza in zona si prospetta memorabile.

Tutto questo senza dimenticare le prelibatezze gastronomiche locali, dal pesce appena pescato ai prodotti agricoli. Non a caso la Riviera dei Cedri deve il suo nome alle numerose piante di cedro presenti sul territorio, altra specialità naturale che si unisce alle tradizioni ancora vive.

Cosa sapere sulla Riviera dei Cedri in Calabria

Non serve andare tanto lontano per trovare un angolo paradisiaco: una volta chiaro cosa sapere sulla Riviera dei Cedri in Calabria, la destinazione non può che essere stabilita. Proprio in questa zona del territorio calabrese si trovano alcune delle più rinomate spiagge bianche d’Italia, racchiuse tra alte rocce e formazioni naturali dal grande impatto visivo.

Tra i borghi sulla costa, oppure arroccati in alto sui promontori, è anche possibile osservare il panorama dall’alto, gustando pietanze tipiche saporite e succulente, così come tanti prodotti derivati dal cedro. Non a caso la località prende il nome dall’aromatico frutto: ne crescono moltissimi presso la Riviera dei Cedri, a Santa Maria del Cedro in particolare.

Il cedro calabrese, inoltre, è anche la cultivar più pregiata secondo la cultura ebraica, nella quale rappresenta il simbolo dell’ortodossia. La Riviera dei Cedri comprende ventidue comuni racchiusi in un’ottantina di chilometri, affacciati sul Mar Tirreno.

Quali spiagge visitare

In Calabria non c’è solo la Costa degli Dei con l’iconica Tropea. Chi va in cerca di lidi da sogno, dove trascorrere le vacanze, può trovare nella Riviera dei Cedri un’altra meta perfetta. Più che mai famose e ambite sono le spiagge che puoi trovare in questa località. Quali visitare? Prima di partire, ecco una lista di quelle che potrebbero essere le migliori da segnare sull’itinerario.

La spiaggia dell’Anjella

Presso la Riviera dei Cedri Scalea è la città più grande. Oltre al centro storico antico ma in perfette condizioni, dove godersi la socialità tra le piccole strade, le botteghe e i ritrovi tipici, Scalea è ideale per chi cerca spiagge attrezzate e stabilimenti balneari.

Detto questo, non è da trascurare la sua parte più selvaggia, come la spiaggia dell’Anjella sulla Riviera dei Cedri. Quest’ultimo è un tratto di costa rocciosa: la scogliera si staglia sulle acque cristalline, offrendo uno spettacolo che vale la pena vedere. Il simbolo di Scalea, inoltre, è la Torre Talao, un torrione di avvistamento presente in zona, da fotografare al tramonto.

Il lungomare di Diamante

Se il paese di Diamante è tra i più frequentati della Calabria costiera, noto anche come “perla del Tirreno”, cosa dire del suo litorale? Di certo che il lungomare di Diamante è la “perla” della Riviera dei Cedri. In posizione rialzata, domina sia il Lido Baja d’Oro, sia la spiaggia libera a nord. Qui si possono osservare tramonti indimenticabili, così come godere della musica la sera e del mare azzurro di giorno.

Una volta in zona, il centro storico di Diamante merita una tappa prolungata: è famoso in tutto il mondo per i suoi murales, apparsi dai primi anni Ottanta. Ricoprono molte abitazioni e, nel tempo, continuano a essere realizzati da artisti sempre più famosi, come Jorit.

La Riviera dei Cedri e la spiaggia dell’Arcomagno

Andando in cerca di luoghi autentici, la Riviera dei Cedri e la spiaggia dell’Arcomagno rappresentano la vera anima della costa calabrese. Situata a San Nicola Arcella, la spiaggia dell’Arcomagno è costituita da scogli e rocce a picco sul mare.

Lo scenario, quasi scozzese, è davvero suggestivo, tra la pietra aspra e il mare azzurro. Si tratta di una delle mete calabresi da tenere in considerazione anche per un weekend fuori stagione.

La grande spiaggia di Praia a Mare

Gli amanti delle escursioni, oltre alla grande spiaggia di Praia a Mare, saranno attirati anche da altre attrazioni locali. A cominciare dall’isola di Dino, uno sperone roccioso che si trova a brevissima distanza dalla costa di Praia a Mare.

Di notevole interesse, poi, sono anche le grotte presenti in zona, così come il Santuario della Madonna della Grotta, incastonato in una parete di roccia.

Cos’altro vedere sulla Riviera dei Cedri?

Oltre alle formidabili spiagge sabbiose e rocciose, cos’altro vedere sulla Riviera dei Cedri? Il fascino dei piccoli paesi e dei borghi presenti nell’entroterra è innegabile. Qui è possibile ammirare la maestosità delle montagne, volgendo lo sguardo verso l’orizzonte e la costa. In particolare, meritano una menzione il castello di Belvedere Marittimo e le caverne con i resti dell’età Paleolitica di Grotta del Romito.

Gli amanti delle escursioni nella natura più incontaminata, a contatto con gli elementi, potranno esplorare sentieri e percorsi a piedi o in bicicletta, oppure discendere il fiume Lao praticando rafting.

Escursioni e Tour

Dal blog leggi anche …

0 commenti

Invia un commento